Le tecniche energetiche, i Reiki, i Chakra e le discipline orientali

Area numero 2 percorso formativo Operatore Olistico - Orientamento professionalizzante.


Disciplina n°1:
Reiki – riequilibrio dei Chakra – i cristalli eterici.

Contenuti:

Nella seconda area del percorso formativo entriamo in merito a tutti gli aspetti sulle tecniche energetiche, dalla conoscenza ed esperienza di base dei centri energetici del corpo umano, passando per conoscere e approfondire i sette chakra e vedere cosa sono i corpi sottili coesistono assieme al corpo fisico. Per armonizzare l’energia di un corpo, si passa dallo sblocco e la purificazione graduale. Vedremo come anche negli ambienti si possono applicare le stesse tecniche. Quando avremo preso sufficiente confidenza con gli aspetti energetici affronteremo sia in teoria che pratica il Reiki. Ultimo passo ma non per questo meno importante conosceremo assieme le basi applicate dell’uso dei cristalli eterici.

Obiettivi

Fra gli obiettivi principali che un operatore in tecniche energetiche acquisisce è quella di avere confidenza pratica con i campi energetici e i corpi sottili, saper riequilibrare i chacra e purificare ambienti e campi energetici. Tutte queste tecniche servono per utilizzare il Reiki in modo base ma già sufficiente per essere efficace. Un altro aspetto di utilizzo base delle energie è quello di conoscere e applicare la potenzialità racchiusa nei cristalli eterici.

Disciplina n°2:
Discipline energetiche orientali.

Contenuti

Ci immergeremo nella filosofia Taoista attraverso l’approfondimento della Cosmogonia del Tao. Conosceremo i tre tesori dell’essere umano (ovvero gli ingredienti necessari all’evoluzione della crescita umana) che sono Jing, Qi, Shen, detti cosi perché costituiscono il fondamento fisico, mentale e spirituale. Simboleggiati da cielo, umanità e terra.

Conosceremo i cinque movimenti (acqua, fuoco, legno, metallo, e terra) e impareremo a vedere e saper riconoscere questi aspetti nell’ambito del nostro quotidiano. Filo conduttore pratico di queste scienze è la disciplina del Qi Gong. Approfondiremo poi l’esperienza con la consapevolezza pratica e teorica dei meridiani, degli organi e dei visceri accoppiati.

Obiettivi

Accompagnare e integrare la parte della medicina cinese con la visione occidentale. Immaginatevi di unire la conoscenza e la tecnologia occidentale con la millenaria esperienza della cura del corpo, della mente e dell’anima delle tradizione cinese. Un ponte fra occidente ed oriente.



Aree tematiche del percorso formativo:

Il Tao di cui si può parlare non è l'eterno Tao, il nome che si può pronunciare non è l'eterno nome. Senza nome è l'origine del cielo e della Terra.

" Lao Tse "


Argomento principale << Diventa operatore olistico in tecniche energetiche:

 SIAF Italia ente formativo codice numero sc 25418 – “Associazione Gocce di Energia” Operatore Olistico Professional Silvia Del Vigna Codice TO2618P-OP